martedì 13 marzo 2012

Lezione 11: La storia di Job

Lezione 11: La storia di Job

Necessario: Niente

Lezione: (Nota:. Sempre permettere agli studenti di dare le loro risposte alle domande prima di chiarire l'insegnamento)

Chiedete agli studenti, ha qualcosa di male mai ti è successo? Mi parli di un tempo è accaduto qualcosa di brutto.

Ha fatto meglio?

(L'insegnante deve anche raccontare la storia di un momento in cui qualcosa di brutto è successo a loro e come la situazione è stata risolta.)

Perché pensi che Dio lascia che le cose vanno così male per noi?

Stiamo andando a leggere nel nostro racconto biblico oggi di un uomo che aveva alcune cose davvero brutte accadono a lui. Diamo particolare attenzione a ciò che il suo atteggiamento è e come si occupa di queste cose cattive.

(Riassumere la storia di Giobbe, porre domande come si va.)

Molto tempo fa, nella città di Uz, viveva un uomo di nome Giobbe. Giobbe era un uomo che aveva un buon rapporto con Dio e ha sempre fatto la cosa giusta. Aveva sette figli e tre figlie, che egli pregato per tutti i giorni, e possedeva settemila pecore, tremila cammelli, cinquecento paia di buoi e cinquecento asine, insieme a molti servitori.

Sembra che Giobbe è piuttosto fortunato, non è vero? Vi piacerebbe avere tutti quegli animali e servi e di essere ricco come lavoro è stato?
Ma un giorno gli angeli vennero a presentarsi davanti al Signore, e Satana - o il diavolo - è venuto con loro. Il Signore disse a Satana: "Satana, dove sei stato e cosa hai fatto?"

Satana rispose: "Ho viaggiato avanti e indietro su tutta la terra."

Allora il Signore disse a Satana: "Hai visto il mio servo Giobbe? Non c'è nessuno sulla terra come lui. Ha un buon rapporto con me e lui fa sempre ciò che è giusto."

"Questo è solo perché è proteggere lui e la sua famiglia e tutti i suoi averi," Satana rispose. "Togliete alcune delle sue cose e vedrai se non ti maledirà in faccia."

Pensi che sia vero ciò che Satana ha detto? Era compito di fare solo le cose che Dio voleva da lui a fare perché Dio lo stava proteggendo e facendo andare tutto bene per lavoro?

No, Giobbe stava facendo la cosa giusta perché credeva in Dio e Dio ha voluto fare felice.

Allora il Signore disse a Satana: "Molto bene, allora, tutto quello che ha è nelle vostre mani. Puoi togliere tutto ciò che Giobbe ha, ma non si può fargli del male."

Così Satana si ritirò dalla presenza del Signore e si preparò a fare il suo attacco contro Giobbe.

Poi, un giorno, quando i figli di Giobbe e le figlie stavano facendo una festa a casa del loro fratello maggiore, un servitore tornò di corsa a Giobbe e disse: "I buoi stavano arando e le asine e cammelli erano al pascolo in campo, e un gruppo di uomini attaccato e li portavano via. Hanno ucciso tutti i tuoi servi, che sono stati a guardare gli animali, e io sono l'unico che è sfuggito di dirti! "

Mentre egli ancora parlava, un altro servo le corse e disse, "Fire è caduto dal cielo e bruciò le pecore ei servi li guarda, e io sono l'unico che è sfuggito di dirti!"

 Mentre egli ancora parlava, ancora un altro accorse e disse: "I tuoi figli e le figlie stavano facendo una festa a casa del loro fratello maggiore, quando all'improvviso un forte vento spazzato dal deserto e percosse ai quattro angoli della casa. La casa è caduto su di loro e sono tutti morti, e io sono l'unico che è sfuggito di dirti! "

Queste sono alcune cose molto brutte accadano a Giobbe, non è vero? Come vi sentireste se tutte quelle cose che ti è successo? Cosa faresti? Ti arrabbi con Dio su di esso? Vuoi che sia stata tutta colpa di Dio che le cose brutte vi accadesse?

Quando Giobbe sentito tutto questo, si alzò e stracciò il suo mantello e si rase il capo. Poi cadde a terra e si prostrò e disse: "Nudo uscii dal seno di mia madre, e nudo mi partirà. Il Signore ha dato e il Signore ha tolto. Che il nome del Signore sia lodato." In tutto questo Giobbe non peccò dicendo che Dio aveva fatto qualcosa di sbagliato a lui.
 Un altro giorno gli angeli vennero a presentarsi davanti al Signore e anche satana andò con loro a presentarsi davanti a lui. E il Signore disse a Satana: "Satana, dove sei stato e cosa hai fatto?"

Satana rispose: "Ho viaggiato avanti e indietro su tutta la terra."
Allora il Signore disse a Satana: "Hai visto il mio servo Giobbe? Non c'è nessuno sulla terra come lui. Ha un buon rapporto con me e lui fa sempre ciò che è giusto. E lui non mi ha ancora maledetto, anche dopo hai avuto tutti i suoi animali rubati e tutti i suoi figli e figlie uccisi. "

Satana rispose. "Job è solo un bene perché Tu lo proteggerà. Hurt il suo corpo e lui sicuramente si maledirà in faccia."

Pensi che Giobbe maledirà Dio?

Il Signore disse a Satana: "Molto bene, allora, egli è nelle vostre mani. Potete fargli del male, ma non si può ucciderlo."

Così Satana si ritirò dalla presenza del Signore e ha la pelle di Giobbe rompere con piaghe dolorose in tutto - dalla punta dei piedi alla cima della testa. Allora Giobbe prese un pezzo di ceramica rotto e si è raschiato con esso, come egli sedeva tra le ceneri.

La moglie di Giobbe disse: "Sei ancora facendo la cosa giusta? Maledici Dio e muori!"

Giobbe rispose: "Tu parli come una donna sciocca. Volte abbiamo buone cose nella nostra vita e, talvolta, abbiamo cose cattive. Dobbiamo accettare entrambi." In tutto questo Giobbe non peccò dicendo che Dio aveva fatto qualcosa di sbagliato a lui.
Quando tre amici di Giobbe, i Elifaz di Teman, Bildad il Suchita e Zofar di Naama, sentito parlare di tutti i guai che erano venuti su Job, essi partirono dalle loro case e venne a sedersi per terra con lui per sette giorni e sette notti. Nessuno disse una parola a lui, perché visto come era molto triste.

Giobbe era così triste per tutto quello che era successo - su tutti i suoi animali furto e tutti i suoi figli morire e tutte le piaghe dolorose in tutto il suo corpo - che improvvisamente gridato a Dio e ai suoi amici: "Vorrei non essere mai stato nato! Poi tutta questa roba brutta non sarebbe potuto accadere a me ".

Amici di Giobbe erano anche molto triste e mi hanno detto, "Job, devi aver fatto qualcosa di molto brutto per Dio di fare tutto questo a voi. Lui ti sta punendo per il tuo peccato ".

Era Dio che punisce Giobbe?

No. Ricordate che la storia ha detto che Giobbe ha sempre fatto le cose giuste. Dio non stava punendo Job.

Così Giobbe disse, "le cose buone succedere a tutti e le cose brutte accadono a tutti. Solo perché qualcosa di brutto sta accadendo a me, non significa che Dio mi punisce ".

Poi una grande tempesta ha cominciato a formarsi nel cielo e la voce di Dio è venuto fuori dalla tempesta. "Hai ragione, Job. Buone cose succedere a tutti e le cose brutte accadono a tutti. Avete fatto molto bene a mantenere la vostra fede e non mi maledicono, anche attraverso tutto ciò che è successo a te. Ora io ti ricompenserà. "

E nel corso dei prossimi anni, Dio ha dato Giobbe il doppio di molti animali, come aveva fatto prima e ha dato lavoro sette figli maggiori e più tre figlie e lasciò Job vivere fino all'età di cento e quaranta anni!

Così si vede che, anche se le cose vanno così male per noi, Dio può sempre migliorare le cose, non può egli? Dobbiamo solo continuare a fare le cose giuste e avere un buon rapporto con Dio e ci può fidare di lui per rendere le cose migliori per noi.

Nessun commento:

Posta un commento